Novembre 28, 2022
doctorbeach-over-the-words-l'identità-delle-proprie-parole
OVER THE WORDS

L’identità delle proprie parole

doctorbeach-over-the-words-l-identità-delle-parole-folla
Bangladesh – Protesta in piazza 

Il 21 febbraio del 1952 le forze di Polizia del Pakistan, che a quei tempi comprendeva anche il Bangladesh, massacrarono brutalmente diversi studenti bangladesi dell’Università di Dacca, semplicemente per aver manifestato per il riconoscimento del bengalese come lingua ufficiale. Dal 2000 questa data ricorda l’importanza, per ogni popolo, della propria identità linguistica, uno degli elementi più rappresentativi e carichi di contenuti per un’intera nazione.

In ogni lingua madre c’è la storia, l’arte, la cultura… un bene preziosissimo e nellodoctorbeach-over-the-words-l-identità-delle-parole-biblioteca-studenti- stesso tempo fragilissimo, esposto a tante forme d’inquinamento rappresentato da nuovi modi di dire e di scrivere anch’essi globalizzati, generati dall’influenza delle innovazioni comunicative offerte dalla tecnologia che portano sempre più a scrivere e parlare attraverso acronimi e abbreviazioni, impoverendo l’incalcolabile e meravigliosa varietà di parole e di espressioni a nostra disposizione.

doctorbeach-over-the-words-l-identità-delle-proprie-paroleSembra che siamo tutti impegnati in un programma finalizzato a rendere tutto meno autentico… ancora una volta sacrifichiamo qualcosa in nome della “velocità”… verso cosa stiamo correndo poi, devo ancora capirlo! Distruggiamo la fantasia, ammazziamo gli aspetti più belli di una lingua che c’invidia tutto il mondo e che, forse, meglio di qualunque altra consente a noi italiani di esprimere sensazioni, convinzioni ed emozioni. Preserviamola finché siamo in tempo!

Un pensiero ai ragazzi dell’Università di Dacca.

Articoli correlati

Leave a Comment