Agosto 9, 2022
ANALISI OVER THE WORDS

Una sirena di nome Giulia

Giulia Costa

Come promesso, pubblico l’intervista che gentilmente mi ha concesso un’amica… una sirena di nome Giulia Costa, professionista di discipline acquatiche e istruttrice di Mermaiding.

E allora, scopriamo insieme gli aspetti meno conosciuti di questa affascinante e spettacolare attività praticata in tutto il Mondo.

Ciao GIULIA, cosa rappresenta per te il Mermaiding?

  • Rappresenta un modo unico e meraviglioso per sentirsi un tutt’uno con l’acqua, muoversi sinuosamente tra le correnti marine, fondersi con le creature che abitano il mare, trattenere il respiro dimenticandosene. In altre parole, un modo per guardare e vivere con stupore una dimensione diversa. Respirare la leggerezza, assaporare l’armonia, amare il contesto, dare un senso alla parola felicità. Ecco cos’è per me il Mermaiding e tutto ciò che accompagna la vita di una sirena.

Quando hai capito di voler diventare una sirena?

  • Durante una miscela di sentimenti scaturiti da una notte insonne in Egitto, sul Mar Rosso, a Marsa Alam (dove vivo ormai da anni). Scendo in spiaggia, cammino nell’acqua fino a quando inizio a nuotare muovendo solo il bacino. È stato il momento in cui ho realizzato di appartenere a questo sconfinato universo, fingendo di essere una sirena. Poi è arrivato il momento in cui ho acquistato la mia prima coda e lo sono diventata davvero. Amore puro! Difficile da spiegare a parole. Emozione che parte dal cuore, sorriso bagnato dall’acqua salata, occhi luminosi e corpo irrefrenabile.

È difficile il percorso che porta a diventare una sirena?

  • Partite sempre dal presupposto che nei sogni nulla è impossibile! Ma in questo caso il sogno può trasformarsi facilmente in realtà. Impegnativo ma non difficile. Sarò pronta a fornirvi tutto il mio supporto se vorrete. Sicuramente è importante avere un minimo di acquaticità. Saper nuotare e amare l’elemento acqua sono la chiave magica per ottenere risultati in questa disciplina. Ne approfitto per invitarvi a fare una vacanza a Marsa Alam presso il Tulip Resort e Gorgonia Beach Resort dove potrete abbinare un soggiorno meraviglioso con un corso teorico e pratico di Mermaiding in mia compagnia che vi consentirà di diventare delle bellissime sirene o abili tritoni. Basteranno un pizzico di pazienza e applicazione! Esercizi di respirazione e rilassamento fuori dall’acqua e sott’acqua, prima in piscina e poi divertendoci tra le bellezze della barriera corallina fino a raggiungere l’incoronazione di un sogno che, grazie agli scatti indimenticabili che potremo fare, resteranno sempre la testimonianza di un’esperienza unica ed indimenticabile. Diventare una sirena non è una semplice disciplina sportiva ma un vero e proprio stile di vita.

Qual’è la migliore attività propedeutica al Meramiding?

  • Sicuramente un approccio all’apnea con cui  imparare a respirare, rilassare la mente, allenare il proprio corpo per abituarlo a muoversi in maniera sinuosa e apprezzare ogni minima sorpresa che la natura e l’ambiente marino ci regalano attraverso le loro meraviglie. Imparare a respirare, oltre a favorire un corretto approccio con questa disciplina, garantirà benefici anche nella vita di tutti i giorni, offrendo una consapevolezza che permetterà di schermarsi dagli automatismi, spesso tossici, della vita. Lo step fondamentale consiste nell’imparare a fondere la mente ed il corpo nell’elemento naturale rappresentato dall’acqua. Si comincia con una spiegazione teorica per proseguire in piscina con gli esercizi di respirazione fino al cosiddetto “dolphin kick” (movimento siunoso di un delfino che nuota libero). Si prosegue con esercizi mirati al nuoto pinnato, in cui le caviglie sono unite (caratteristica alla base del training).

È rischioso dedicarsi a questa disciplina senza formazione?

  • Bambini e adulti non dovrebbero mai improvvisarsi sirene o tritoni senza prima aver seguito un corso, può risultare pericoloso; a tener bloccati i piedi c’è una monopinna che costringe a fare movimenti diversi rispetto a quelli che naturalmente siamo abituati a fare nuotando. Va sempre ricordato che si tratta di un’attività svolta in un contesto acquatico e che la prevenzione e la sicurezza non devono mai mancare, anche quando parliamo di divertimento.

Quali sono le difficoltà maggiori?

  • Non ci sono eccessive difficoltà nel Mermaiding. Sicuramente è importante applicarsi e allenarsi quanto basta per capire e apprendere la tecnica che consente di fare determinati movimenti. Una volta capita, il gioco è fatto! È opportuno trovare il giusto equilibrio fra divertimento e sport per favorire un apprendimento naturale e sereno.

Ci sono limiti di età per praticare il Marmaiding?

  • Si può cominciare dai 5 anni fino alla cosiddetta terza età. Essere sirena o tritone diventa condizione dell’anima a cui non si riesce più a rinunciare, anche una volta emersi e tornati alla quotidianità della vita. È solo importante sapersi ascoltare e fare la scoperta di questa natura nascosta dentro molti noi.

Quali possono essere gli sviluppi per i professionisti di questa disciplina?

  • Il Mermaiding in Italia è considerata una disciplina di nicchia. Ci sono scuole che stanno nascendo ma è più facile trovarle all’estero, in particolare dove il mare è cristallino ed i fondali offrono spettacoli indimenticabili. Per chi ottiene i brevetti, sarà molto semplice trovare lavoro in alcuni posti del Mondo, sempre accompagnati dalla propria coda. Io ne sono l’esempio! Sono riuscita a realizzare il mio sogno in un posto meraviglioso come Marsa Alam caratterizzato da una natura affascinate in cui dominano il mare blu ed il deserto color caramello. La mia passione si è trasformata prima in uno stile di vita e poi in un lavoro che svolgo con entusiasmo e passione presso TGI Diving. Non smetterò mai di ringraziare i loro proprietari per aver creduto in me e nel mio progetto che in sinergia portiamo avanti con entusiasmo.

Senti Giulia, ci fai un saluto… da sirena?

  • Certo, ma prima voglio farvi una domanda: vi siete mai chiesti se siete davvero felici? E allora… la vita è unica, vivetela senza rimandare a domani ciò che potete iniziare a fare subito. Vivete la vostra vita da protagonisti, seguendo il cuore e ascoltando ciò che vi sussurra l’anima. Sono certa che non sbaglierete. Ora torno sott’acqua con la mia coda, vi aspetto in Egitto! Potrete contattarmi attraverso questo blog o direttamente sui miei social… un abbraccio sinuoso e profondo a tutti!

Grazie Giulia!

Facebook: Giulia Costa – Instagram: _giuliashakra91

Articoli correlati

Leave a Comment