Settembre 26, 2021
ANALISI PREVENZIONE

Lo squalo è l’ultimo dei problemi in mare

Identificare lo SQUALO come uno dei maggiori pericoli in mare, rimanda ad una fobia che generalmente identifica una patologia molto comune ma poco nota: la talassofobia (argomento affrontato nell’articolo: “5 modi per sconfiggere la talassofobia”).

Mi interessa evidenziare l’ingiusta demonizzazione di una creatura molto meno pericolosa per l’uomo di quanto si voglia farla apparire.

Pur essendo consapevoli che la possibilità di essere attaccati (benché esista) è davvero remota, essa pesa sull’equilibrio psico-fisico di molti bagnanti più di qualsiasi rassicurante statistica.

Gran parte di questo “trauma diffuso” nasce dalla ricca produzione cinematografica sull’argomento diffusa negli anni ’70/’80, capace di rendere questo meraviglioso predatore marino un vero e proprio incubo. Pellicole che ne esaltavano la ferocia rivolta soprattutto all’uomo (agli ultimi posti, come pietanza, nella graduatoria delle sue preferenze). E’ anche vero che certi squali posso uccidere  solo per gioco o curiosità ma anche questa eventualità è davvero rara (almeno nel nostro Paese).

Con questo articolo non è mia intenzione eliminare la fobia per gli squali ma evidenziare che lo squalo è l’ultimo dei problemi in mare e statisticamente insignificante per le cause di decessi in mare.

Vi consiglio di approfondire QUI il “fenomeno squali”, ricordando che risale al 1989 l’ultimo attacco mortale di squalo in Italia!

Come lo stesso Istituto Superiore di Sanità evidenzia nelle sue pubblicazioni, è necessario costruire una cultura della sicurezza in acqua per ridurre i casi di mortalità per annegamento, ma anche di menomazioni (soprattutto nei bambini).

Possiamo ridurre la tragica media di circa 400 annegamenti l’anno che dal 2012 ci accompagna nel nostro Paese. Abbiamo l’obbligo morale di ridurre questo triste numero e di rendere le nostre spiagge e i nostri mari più sicuri, anche grazie ad investimenti su attrezzature più moderne e sulla formazione più approfondita di personale dedito al salvamento e al soccorso.

Lo squalo è l’ultimo dei problemi in mare!

 

 

Articoli correlati

Leave a Comment